Carrello

ALFA ROMEO GIULIETTA SZ N.34 DNF LM 1963 G.SALA-R.ROSSI 1:18 Tecnomodel

219,60

Modello realizzato in resina da Tecnomodel in scala 1:18 ed in serie limitata, senza parti apribili, con incredibili dettagli della carrozzeria e dell’abitacolo che riflettono il più possibile l’auto reale.

Esaurito

Iscriviti alla Lista d'attesa

Spedizione Veloce

La spedizione avverrà entro 3/5 giorni.

Spedizione Gratuita

Per ordini superiori a 200€ la Spedizione è GRATUITA!

Dettagli del Modellino

Informazioni aggiuntive

Marchio

Alfa Romeo

Produttore

Tecnomodel

Codice Produttore

TMD1871B

Edizione Limitata

Edizione Numerata su Base Esclusiva

Scala

Scala 1:18

Materiale

Resina

Categorie

Da Competizione, Special & Limited Edition

Descrizione

ALFA ROMEO GIULIETTA SZ

L’Alfa Romeo Giulietta SZ è un’autovettura sportiva prodotta dalla casa automobilistica milanese Alfa Romeo dal 1960 al 1963. Facente parte delle vetture derivate dalla Giulietta come la Giulietta Sprint, la sua sigla SZ deriva da Sport Zagato.
La “Giulietta” si distingueva per le prestazioni, all’epoca rilevanti in rapporto alla cilindrata di 1300 cm³ e in più era agile, snella, esprimendo sportività ed eleganza. Infatti, la Casa automobilistica milanese contava sulla collaborazione di due importanti carrozzerie come Bertone per la “Giulietta Sprint” e Pininfarina dapprima per la “Giulietta Spider” e, in seguito, per la “Duetto”.
La famiglia delle Giulietta era inizialmente composta dalle versioni berlina, dalla TI (Turismo Internazionale), dalla Sprint, dalla Sprint Veloce, dalla Spider e dalla Spider Veloce. Il primo esemplare della versione commerciale definitiva venne completato il 19 dicembre 1959: aveva i fari carenati, per migliorare la penetrazione aerodinamica, e i pulsanti di apertura delle porte dotati di semplici impugnature ad aletta. Il modello debutta ufficialmente in pubblico il 3 marzo 1960 al Salone dell’automobile di Ginevra con alcune differenze rispetto al primo esemplare, come i fari anteriori senza calotte trasparenti, gli archi passaruota anteriori più arrotondati e le porte con vere e proprie maniglie, anche se piccole.
La Giulietta SZ “serie 101.26” venne prodotta in un numero molto limitato di esemplari (210 in tutto) tra il 1959 ed il 1961. Esistono due versioni della Giulietta SZ denominate dagli appassionati “coda tonda” per la parte posteriore tondeggiante e “coda tronca” per la parte posteriore che termina in modo più spigoloso, quasi “troncato” per seguire dettami aerodinamici.