Carrello

FERRARI 500 TRC N.184 TARGA FLORIO 1965 TAGLIAVIA-SEMILIA - Art Model

Dettagli del Modellino

Informazioni aggiuntive

Anno del veicolo

1965

Marchio

Ferrari

Modello

Ferrari 500 TRC

Squadra

Ferrari

Codice Produttore

AM0370

Materiale

Die-Cast

Produttore

Art Model

Scala

Scala 1:43

Categorie

Da Competizione

Modello realizzato da Art Model in Die-Cast in scala 1:43 con favolosi dettagli della carrozzeria e dell’abitacolo che riflettono il più possibile l’auto reale.

51,50

1 disponibili

Acquistando questo prodotto guadagnerai 51 Punti per un valore di 0,51!

Spedizione Veloce

La spedizione avverrà entro 3/5 giorni.

Spedizione Gratuita

Per ordini superiori a 200€ la Spedizione è GRATUITA!

FERRARI 500 TRC N.184 (F.TEMPO MASSIMO) T.FLORIO 1965 TAGLIAVIA-SEMILIA – Art Model
La 500 TRC è un’autovettura da competizione prodotta dalla Ferrari nel 1957 in soli diciannove esemplari.
Il modello fu la versione aggiornata della 500 TR e venne preparato per avere una vettura conforme alla nuova “sezione C” del regolamento del Campionato del Mondo Sport Prototipi. La Ferrari allargò quindi la cabina di guida, aggiunse le portiere, installò il parabrezza e montò il serbatoio del carburante esternamente all’abitacolo. Il telaio derivava da quello della 860 Monza, mentre per le sospensioni furono previste molle elicoidali sulle quattro ruote, includendo nel retrotreno un ponte rigido anziché il più moderno ponte De Dion. La carrozzeria era di Scaglietti.
Nella prima parte degli anni cinquanta la Ferrari adoperò e sviluppò fondamentalmente due tipologie di motori per le competizioni: il quattro cilindri in linea progettato da Aurelio Lampredi ed il V12 di Gioachino Colombo. Questi due tipi di propulsore possedevano caratteristiche peculiari che li facevano preferire in base al grado di sviluppo. Una di esse era il consumo di carburante, infatti il primo era meno “assetato” rispetto al secondo.
Una serie di sviluppi portarono alla costruzione di varie evoluzioni, con cilindrate diverse, del quattro cilindri in linea che fu montato su vari modelli Ferrari, tra cui la 625 TF, la 735 S, la 750 Monza e la 860 Monza. In questi anni la Maserati dominava molte competizioni, e la Ferrari decise di sviluppare ulteriormente questo tipo di propulsore arrivando a quello montato sulla 500 TR, che era stato progettato da Vittorio Jano. Successivamente venne preparato il quattro cilindri in linea che fu installato sulla 625 LM e che derivava da quello della 625 F1. Si giunse infine alla 500 TRC, che fu l’ultima a montare un propulsore Ferrari a quattro cilindri in linea. Esso era da 2 L di cilindrata e traeva origine più o meno direttamente da quelli sopra menzionati.

Offerta Coupon sul catalogo

SCONTO 5%

Utilizza il codice: rm5

VALIDO FINO AL 30 MAGGIO