Carrello

FERRARI 500F2 ALBERTO ASCARI 1952 N.15 WINNER BRITISH GP W/PILOTE 1:43 - Brumm

36,30

Modello realizzato da Brumm in Die-Cast in scala 1:43 con favolosi dettagli della carrozzeria e dell’abitacolo che riflettono il più possibile l’auto reale.

Esaurito

Iscriviti alla Lista d'attesa

Spedizione Veloce

La spedizione avverrà entro 3/5 giorni.

Spedizione Gratuita

Per ordini superiori a 200€ la Spedizione è GRATUITA!

Dettagli del Modellino

Informazioni aggiuntive

Squadra

Ferrari

Marchio

Ferrari

Codice Produttore

BM0035CH

Materiale

Die-Cast

Produttore

Brumm

Scala

Scala 1:43

Categorie

Formula 1

Descrizione

FERRARI 500F2 ALBERTO ASCARI 1952 N.15 WINNER BRITISH GP W/PILOTE 1:43 – Brumm

La Ferrari 500 F2 rappresentò per la Casa di Maranello una monoposto di particolare importanza, sia perché fu la prima vettura a non essere concepita attorno al motore 12 cilindri, sia perché permise al grande pilota italiano Alberto Ascari di iscrivere il proprio nome e quello della Ferrari nell’albo d’oro del Campionato del Mondo di Formula 1. La neonata categoria, istituita nel 1950, si trovò già alla fine del 1951 svuotata improvvisamente di interesse per lo scarso numero di Case automobilistiche partecipanti ed in particolare per l’uscita di scena dell’Alfa Romeo dalle competizioni. La Federazione Internazionale decise quindi di abilitare le monoposto di Formula 2 a gareggiare nel massimo campionato per un periodo di due anni. Enzo Ferrari fu il solo costruttore a non farsi cogliere impreparato, poiché già da tempo aveva incaricato l’Ing. Aurelio Lampredi di progettare un 4 cilindri in versione 2,5 litri (2490 cc) e 2 litri (1985 cc), che venne proprio montato sulla Ferrari 500 F2 di nuova concezione. Con quella monoposto agile e leggera, sulla quale Lampredi pose particolare attenzione allo studio della distribuzione dei pesi per esaltare ancor più le prestazioni del piccolo 4 cilindri, i piloti ufficiali Ferrari non trovarono avversari in grado di contrastarli nel biennio 1952-1953. Su quindici gare disputate, le Ferrari 500 F2 se ne aggiudicarono ben 14, di cui undici furono vinte dal solo Alberto Ascari, che si laureò campione del mondo alla fine di entrambe le annate.
Con la Ferrari 500 F2 vinsero anche i piloti Mike Hawthorn e Piero Taruffi. Nel corso delle due trionfali stagioni la Ferrari 500 F2 non necessitò di particolari modifiche, fatta eccezione per l’introduzione di una versione allungata provvista quindi di un muso più prominente, versione che venne impiegata nei circuiti ad alta velocità. Il dominio incontrastato della 500 F2 fu interrotto alla fine del 1953 da un nuovo regolamento che fissava la cilindrata delle monoposto a 2500 cc, rendendo così le piccole Ferrari 500 F2 inesorabilmente sorpassate.